FILLEA: RINNOVATO IL CCNL EDILIZIA-INDUSTRIA E COOPERATIVE.

FILLEA: RINNOVATO IL CCNL EDILIZIA-INDUSTRIA E COOPERATIVE.

Il rinnovo del CCNL Edilizia-Industria e Cooperative.

FILLEA CGIL nelle aziende per informare i lavoratori.

 

 

Cesena, 24 Marzo 2022

 

All’inizio di marzo è stato sottoscritto il verbale di accordo per il rinnovo del CCNL Edilizia-Industria e Cooperazione: «Il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro era molto atteso, se ne parlava da tempo nelle aziende del settore, e arriva in un momento in cui le persone necessitano di maggiore liquidità per fronteggiare l’aumento dei prezzi dei carburanti e il rincaro dell’energia. Siamo consapevoli che in questo momento ci sarebbe stato bisogno di ben altro per far fronte all’attuale stato emergenziale, ma da un rinnovo contrattuale sarebbe stato difficile ottenere di più, anche perché bisogna considerare anche la parte normativa che ha subito non poche favorevoli modifiche», afferma Simone Pagliarani, Segretario Generale FILLEA Federazione Italiana Lavoratori Legno Edili e Affini, CGIL di Cesena. 

 

 

Tra le maggiori novità vi è un aumento salariale senza precedenti rilevante: si parte dal Primo Livello con € 92 in più in busta paga, sia per l’edilizia industriale che per l’edilizia delle cooperative; già a partire da questo mese saranno introdotti € 52, e da luglio 2022 saranno aggiunti € 40 mensili. Predisposto, inoltre, per la prima volta, un Premio di Ingresso nel Settore: un importo aggiuntivo pari a € 100, una tantum, destinato ai/alle giovani, con età inferiore a 29 anni, che lavorano da almeno 12 mesi nella stessa azienda.

 

 

Nel CCNL Edilizia-Industria e Cooperazione anche diversi punti dedicati alla formazione e all’inquadramento, ad esempio, previsto il raggiungimento di un livello di qualifica successivo per l’operaio/a comune, con 36 mesi di anzianità nel sistema, di cui 12 con la medesima impresa, e per l’operaio/a qualificato/a con 48 mesi di anzianità nel sistema, di cui 12 nella stessa impresa, che abbiano frequentato corsi professionalizzanti, conseguendo esito favorevole. Con il nuovo Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro, inoltre, i lavoratori e le lavoratrici, in possesso di certificati di qualifica e specializzazione, e con almeno 48 mesi di anzianità nel settore, non potranno, in caso di nuova assunzione, essere inquadrati come operai comuni.

 

 

Altro punto di rilevanza contenuto nel nuovo CCNL Edilizia-Industria e Cooperazione è quello relativo alla salute all’interno dei luoghi di lavoro: l’aggiornamento sulla sicurezza, per lavoratori e lavoratrici, diventa più frequente, il corso di aggiornamento dovrà essere frequentato ogni 3 anni (al posto di 5). Previsto anche un piano nazionale per la sorveglianza sanitaria, allo scopo di prevenire le malattie professionali e gli infortuni.

 

 

Le novità sopraelencate e gli altri punti previsti dal rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Edilizia, per Industria e Cooperative, saranno oggetto di un ciclo di assemblee, organizzato dalla FILLEA CGIL, che avrà inizio a breve e si concluderà entro la settimana di Pasqua. Simone Pagliarani e Gabriele Lunedei, rispettivamente Segretario Generale e Segretario Organizzativo FILLEA CGIL Cesena, unitariamente con le altre organizzazioni di Cisl e Uil, Filca e Feneal, si recheranno nelle aziende del settore del territorio e incontreranno i lavoratori e le lavoratrici di circa trenta aziende, tra cui C.L.A.S, IEME Cesena, I.G.T., SEAR Costruzioni Stradali, SOM Cesena e Trevi Group.

 

 

Comunicato stampa in versione pdf

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn